Informativa breve sui cookie

Come lavare le camicie

Comment

vita da single
come lavare una camicia

Prima di lavare una camicia, è necessario osservare l’etichetta interna; qui troveremo le indicazioni utili relative alla temperatura dell’acqua e del ferro da stiro. Per evitare di ritrovarsi con camice particolarmente segnate sul collo o nei polsini, laviamole di frequente e, quando torniamo a casa dal lavoro, cambiamoci subito in moda da preservare i capi.Soprattutto se l’indumento è molto sporco, nel collo e nei polsini, dobbiamo provvedere a pretrattarla; per farlo possiamo utilizzare o del sapone di marsiglia oppure uno dei tanti prodotti specifici che si trovano sul mercato.

Gli smacchiatori per colletti, sono piuttosto pratici infatti agiscono in pochi secondi, non rovinano il capo e danno buoni risultati.

Se preferiamo i metodi casalinghi, inumidiamo l’interno dei polsini e del colletto e passiamo il sapone, oppure mettiamo poche gocce di sapone liquido. L’importante è non strofinare, in modo da non arrecare danni al tessuto. Ora il capo può andare in lavatrice; per lavarlo al meglio però, è consigliabile rigirarla, lavandola quindi al rovescio. In questo modo preserviamo il tessuto e riusciamo ad eliminare meglio eventuali tracce di sudore. Se la camicia è sintetica può essere lavata a temperature basse, come i 30 gradi, oppure con un lavaggio delicato; invece, se si tratta di cotone o di jeans si può arrivare anche a 40 gradi. Più l’acqua diventa calda, maggiore è la possibilità che il tessuto invecchi; quindi, tranne in casi particolari, è meglio evitare di lavarle a 60 gradi. Se dobbiamo lavare una sola camicia, possiamo farlo a mano. Procuriamoci una bacinella capiente, dei guanti, del sapone da bucato; stemperiamo il detersivo in acqua tiepida ed immergiamo la camicia. Lasciamo in ammollo per circa 10 minuti, poi sciacquiamo bene senza strizzarla. Trasferiamola su una gruccia e aspettiamo che scoli, a questo punto possiamo stenderla in balcone, senza che gli inquilini del piano di sotto si infurino.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>