Informativa breve sui cookie

Raccolta differenziata: un modo per aiutare l’ecosistema

Comment

Giornata
riciclo

 

 

Per raccolta differenziata si intende la raccolta di rifiuti contenuti in appositi cassonetti o campane, distinti per materia. La pratica tende a suddividere in questo modo i rifiuti che possono essere smaltiti dagli altri che invece si possono riciclare o recuperare.

 

Perchè affidarsi alla raccolta differenziata

Lo scopo della raccolta differenziata è quello di separare i rifiuti, in modo tale che ciascuno sia orientato verso il trattamento più idoneo, che sia stoccaggio in discarica, incenerimento, compostaggio e riciclo. In questo modo si ha un importante diminuzione di utilizzo di fonti energetiche e materie prime: per esempio, per produrre una tonnellata di carta riciclata si necessita di 5000 Kwh e circa 400.000 litri d’acqua in meno per la produzione di una stessa quantità di carta nuova.

 

Adoperarsi per una buona raccolta differenziata, soprattutto in vista della successiva fase dedicata allo smaltimento di rifiuti, significa cercare di ridurre il volume dei rifiuti che vanno in discarica. E’ buona norma poi cercare di recuperare le materie riutilizzabili quali carta, vetro, alluminio, plastica e organico, che possono essere reimpiegati nei cicli produttivi con un notevole risparmio di energia e di materie prime.

 

Per quel che riguarda rifiuti speciali, è bene contattare un azienda apposita piuttosto che buttarli nei secchi della raccolta indifferenziata, stiamo parlando ad esempio, tv o altro materiale elettronico, rifiuti ospedalieri, rifiuti da cantiere, come i calcinacci (in questo caso è buona norma contattare un azienda dedicata allo smaltimento calcinacci Roma, per chi si trova a lavorare nella Capitale) ecc.

 

Le tipologie dei rifiuti

  • Organico o umido: è formato da scarti alimentari e di cucina e rifiuti facilmente biodegradabili. Da questi scarti organici si ricava, attraverso un processo di degradazione naturale, una specie di terriccio ricco di nutrienti e utilizzabile in agricoltura (il compost).
  • Per vetro si intende qualsiasi barattolo o bottiglia purché sia lavato e pulito dal prodotto che era contenuto. Il vetro è una materia che se riciclata non finirà mai, infatti dopo la raccolta viene portato nelle vetrerie dove viene fuso per diventare di nuovo un contenitore.
  • La carta viene trattata con l’acqua e successivamente riutilizzata per la produzione di nuova carta, anche se con qualità inferiore rispetto a quella ricavata direttamente dal legno.
  • L’alluminio, dopo un primo trattamento, viene pressato e portato nelle apposite fonderie, dove, successivamente, viene pretratto per eliminare vernici o altre sostanze. Infine viene fuso fino ad ottenere alluminio liquido.
  • Le tipologie di plastica che si possono riciclare, di norma sono contrassegnate da alcune sigle riguardanti la materia prima utilizzata (es: PE, PET, PVC ecc.). Dalla materia prima riciclata e ricavata dalla plastica si possono ottenere un vasto numero di oggetti come moquettes, pile, tubi ecc.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>