Informativa breve sui cookie

Pulizia e manutenzione dei termosifoni: come rimuovere la polvere

Comment

Casa
worker_2

Per chi vive da solo fare le pulizie di casa è uno dei problemi più sentiti: andiamo a dare alcuni suggerimenti.

 

Nelle prime settimane d’autunno è importante effettuare un’accurata pulizia e manutenzione dei termosifoni, in modo tale che garantiscano il massimo dell’efficienza durante i mesi invernali. Per assicurare un flusso di calore omogeneo in ogni stanza, i sistemi di riscaldamento vanno revisionati e ripuliti con cura, a maggior ragione se gli abitanti di casa soffrono di problemi respiratori ed allergie o sono sensibili alle polveri. Emettendo calore, infatti, i termosifoni sollevano inevitabilmente la polvere accumulata, unitamente a microbi e batteri.

Detergere con cura i caloriferi e rimuovere la polvere prima dell’accensione dei riscaldamenti è indispensabile per preservarne la resa termica e per mantenere una buona qualità dell’aria negli ambienti domestici.

In autunno ed in primavera si consiglia, pertanto, di dedicare un po’ di tempo alla pulizia dei termosifoni. Per rimuovere la polvere dai caloriferi, si consiglia di usare l’aspirapolvere che, grazie all’apposito beccuccio, vi consentirà di raggiungere i punti più difficili. In alternativa all’aspirapolvere, potete posizionare un panno umido dietro il calorifero ed un altro sul pavimento e catturare la polvere azionando il getto d’aria fredda di un asciugacapelli. La sporcizia andrà a depositarsi direttamente sullo straccio. Per rimuovere i piccoli residui di polvere, usate un piumino o una spazzola cattura polvere.

Procedete poi con la detersione dei termosifoni. Preparate un composto a base di acqua calda ed un paio di cucchiai di sapone di Marsiglia liquido, immergete una spugna, strizzatela e detergete i caloriferi. Si consiglia di posizionare dei fogli di giornale sotto i termosifoni per evitare di sporcare il pavimento. Risciacquate con cura ed asciugate la superficie con un panno morbido.

Prima dell’inizio della stagione fredda ricordatevi, inoltre, di aprire la valvola di sfiato di ogni singolo termosifone di casa, in modo che vengano eliminate eventuali bolle d’aria che rischiano di impedire la corretta circolazione dell’acqua calda. Mantenete aperta la valvola fino a quando inizierà a fuoriuscire acqua. Posizionate un secchio sotto la valvola per evitare di bagnare il pavimento.

Aloni neri sulle pareti

Pur utilizzando appositi copricaloriferi, capita molto spesso che la polvere sollevata dall’aria calda dei termosifoni lasci aloni neri sul muro, che, oltre ad essere antiestetici sono anche poco igienici. In questo caso, potete provare a rimuoverli con una spugna inumidita con acqua e detersivo sgrassante o con un panno gommato.

Se preferite dare una bella imbiancata alla parete sconsigliamo, in questo caso, il fai da te e consigliamo di rivolgervi a professionisti esperti, qualificati e competenti, come il nuovo servizio di imbianchino a Firenze di Yougenio, comodamente prenotabile online.

Collocare i termosifoni in mobili ad incasso può apparentemente sembrare una valida soluzione per evitare che le pareti si anneriscano per via della polvere sollevata dal riscaldamento, ma, in realtà, è causa di ingenti sprechi di energia e denaro, in quanto, coprendo i caloriferi, si impedisce all’aria calda di circolare per la stanza. In pratica, il calorifero andrebbe a riscaldare il mobile, senza però scaldare efficacemente gli ambienti, inducendovi così ad alzare la temperature del sistema di riscaldamento e consumare di più.

Se siete single segnatevi bene, come punto di riferimento, il sito www.yougenio.com. Sarà la vostra lampada di Aladino per qualsiasi servizio che vi necessita a casa.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>