Informativa breve sui cookie

App e siti dating, tornano gli appuntamenti al buio!

Comment

Idee single
logo1[1]

Nel mondo del dating è tornato in voga l’appuntamento anonimo e rigorosamente al buio, ovverosia quello che viene recapitato senza alcune firma. Il merito al riguardo è da attribuire a Sarahah, la nota app che è esplosa proprio nel 2017 e che di conseguenza, per crescita del numero di utenti, è salita alla ribalta delle cronache. Riguardo ai siti Internet di dating come a questo link (http://www.myanpo.net/), ed alle app sulla ricerca dell’anima gemella e sull’affinità di coppia, Sarahah in teoria è un’applicazione che è finalizzata a dare giudizi anonimi ma onesti sulle persone. Ad esempio, vuoi chiedere al tuo capo di essere meno vessatorio?

Con Sarahah lo si può fare in pieno anonimato, ma a quanto pare tra i milioni di messaggi che circolano con l’app molti sono delle vere e proprie richieste di appuntamento. Per l’uso del dating nel sociale moderno, quindi, sembra proprio che si sia tornati parecchio indietro nel tempo quando sui banchi di scuola circolavano, su pezzi di carta appallottolati, le richieste anonime per uscire insieme, solo che stavolta avviene tutto in digitale.

Dai dati sull’app Sarahah emerge, nonostante i rischi non solo di cyberbullismo, ma anche di pornografia verbale, che molti utenti over 30 inviano messaggi che non sono altro che delle richieste anonime di appuntamento. Sono in pratica tanti adulti che chiedono ad altri adulti di uscire, e che nello stesso tempo non sono pronti a svelare la loro identità inviando ad esempio la stessa richiesta attraverso social network come Facebook o Twitter, oppure utilizzando altre app come WhatsApp o Snapchat.

Non si sa, pur tuttavia, quale sia l’esito di questi messaggi anonimi per appuntamenti su Sarahah, ma in ogni caso le app ed i siti Internet di dating il loro ruolo lo svolgono molto bene, ovverosia quello di richiesta di un primo approccio. Per il secondo passo, che è quello relativo all’appuntamento vero e proprio, tutto resta ancora molto complicato in quanto al posto della tecnologia conta su tutto l’interazione e l’empatia che si può instaurare nel mondo virtuale tra le persone.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>