Informativa breve sui cookie

Cosa regaliamo per un battesimo per non sfigurare?

Comment

varie
Cosa regaliamo per un battesimo per non sfigurare?

 

Fino a non molto tempo fa, la moneta d’oro è stata per decenni il regalo classico per il battesimo: quasi sempre un marengo italiano, ma anche sterline britanniche, Gold Eagle americani e Krugerrand sudafricani.

Una volta diventati adulti, quei bambini ricoperti d’oro alla nascita hanno spesso potuto completare gli studi o comprarsi la prima automobile grazie a quel regalo, o hanno usato quelle monete come base di un investimento a lungo termine in un metallo che non riserva mai brutte sorprese.

 

Dal 2000 in Italia è consentita la compravendita anche di lingotti d’oro.
La scelta di un lingotto anziché di una moneta dipende da vari fattori, di cui il principale è il prezzo. I negozi affiliati alle fonderie private possono offrire quotazioni migliori sui lingotti rispetto a quelle delle monete, mentre nei negozi d’oro generici o in banca può essere vero il contrario.
La moneta è più facilmente rivendibile perché le sue caratteristiche come peso e dimensioni sono riconoscibili universalmente ed è perciò meno falsificabile. Le dimensioni di un lingotto, invece, variano da un produttore all’altro e può essere laborioso verificarne l’autenticità al momento della rivendita.

È d’obbligo acquistare i lingotti d’oro solo in negozi di provata affidabilità e controllare che vi siano impressi peso, purezza e codice del fabbricante. Meglio ancora è acquistare lingotti in confezioni sigillate e con certificato di autenticità.

 

Un lingottino d’oro per battesimo è un dono sicuramente gradito dai genitori del battezzando. È di buon auspicio e non dà l’idea di un regalo fatto tanto per farlo.
L’unico svantaggio per il donatore è che per essere un regalo sensato non può essere troppo economico: 40 euro per un lingottino da 1 grammo sono soldi buttati via, si paga soprattutto la lavorazione, non l’oro, quella piccola e sottilissima lamina non servirà mai a niente. Un peso sensato è quello delle tipiche monete d’oro da regalo, 1/4 d’oncia, pari a 7,78 grammi. Ma il peso dei lingottini è quasi sempre scaglionato in grammi, così la scelta potrà cadere sul pezzo da 10 grammi, che attualmente è quotato attorno ai 365 euro, oppure – se il rapporto con la famiglia del battezzando non è troppo stretto – da 5 grammi: con i suoi 190 euro è pur sempre un regalo importante, ma non così tanto da creare imbarazzi.

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>