Informativa breve sui cookie

Influenza di stagione, come affrontarla

Comment

corpo vita da single
influenza di stagione come affrontarla

L’influenza si manifesta con febbre, dolori muscolari e tosse. Per curare l’influenza è importante riposare e seguire una dieta leggera a base di ingredienti di stagione.

Qualora i sintomi peggiorassero o non migliorassero dopo tre giorni è opportuno rivolgersi al proprio medico.

Influenza come affrontarla

L’influenza di quest’anno causa un forte rialzo termico, tosse, mal di testa ed astenia ma in alcuni casi si può associare con disturbi gastrointestinali.

La cura dell’influenza comprende tanto riposo e l’assunzione di farmaci antipiretici che si acquistano in farmacia senza ricetta medica. Altrettanto vale per il mal di gola che si può lenire anche con rimedi naturali come il propoli, da nebulizzare, o lo zenzero da assumere per esempio sottoforma di tisana.

Se i sintomi si acuiscono o non migliorano dopo tre o quattro giorni è fondamentale chiedere il parere del proprio medico curante che potrà prescrivere delle cure più specifiche.

Per affrontare i mali di stagione è consigliabile riposare in una stanza sufficientemente calda da arieggiare spesso, così da evitare il ristagno di germi e batteri.

Influenza cosa mangiare

L’influenza può creare astenia e compromettere l’appetito. La dieta da seguire deve composta da piatti digeribili e leggeri. Si possono portare in tavola insalate fresche, minestre, zuppe di legumi e primi piatti semplici.

E’ bene privilegiare verdura fresca e di stagione come cavoli, finocchi e carciofi e frutta di stagione come i kiwi e gli agrumi, particolarmente ricchi di vitamine e minerali.

Per fare il pieno di vitamine non rinunciamo alla frutta e alle spremute di arance da arricchire con del succo di limone. Le spremute devono essere bevute subito dopo la preparazione per evitare che prenda avvio il processo di ossidazione che altera il quadro nutrizionale.

L’idratazione non deve essere trascurata, in particolare se si ha la febbre o sintomi gastrointestinali. Oltre all’acqua minerale naturale si possono assumere tisane, camomilla e succhi di frutta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>