Informativa breve sui cookie

La stanchezza primaverile, male di stagione

Comment

corpo Curiosità
La stanchezza primaverile, male di stagione

La stanchezza primaverile si manifesta con sonnolenza, nervosismo ed astenia. Favorita dal cambio d’orario e dalla maggiore esposizione alla luce la stanchezza primaverile riguarda adulti e bambini.

Per contrastarla è opportuno curare l’alimentazione ed assicurarsi un numero sufficiente di ore di sonno.

La stanchezza primaverile sintomi e cause

La stanchezza primaverile coinvolge adulti e bambini che stentano ad adattarsi alla nuova stagione. Può presentarsi con sonnolenza, scarsa concentrazione, astenia ed inappetenza. Con l’arrivo della Primavera potrebbero anche comparire difficoltà di concentrazione, cali di energia e malumore.

Le motivazioni di questo malessere generalizzato si possono rintracciare nella maggiore esposizione alla luce solare e nel cambiamento d’orario. Inoltre, con l’arrivo della bella stagione si tende a condurre un’esistenza più attiva e dinamica rispetto a quella del periodo invernale.

La stanchezza primaverile come contrastarla

Per combattere l’astenia e la stanchezza è bene prediligere cibi freschi e di stagione come carciofi, bietole, cicoria ed agrumi. Oltre al pesce e alla carne bisogna introdurre latticini ed uova che sono ricche di proteine. Un aiuto per combattere l’astenia può arrivare dalla frutta secca come noci, mandorle e nocciole perché contengono grassi buoni, vitamine e minerali come il magnesio ed il ferro.

Il condimento da scegliere prevalentemente è l’olio extra vergine d’oliva a crudo che apporta vitamine e minerali.

L’alimentazione dovrebbe essere composta da cinque pasti giornalieri, il primo dei quali è la colazione. Una buona colazione è essenziale per sentirsi energici e ridurre stanchezza ed affaticamento.

Da limitare invece le pietanze troppo elaborate e i superalcolici.

Il movimento, svolto con regolarità, permette di sentirsi meglio anche da un punto di vista mentale perché regala buonumore e serenità. L’attività fisica deve essere svolta sempre dopo aver effettuato una visita medico-sportiva.

La stanchezza primaverile può anche nascondere dei disturbi di salute come, per esempio, delle carenze. Nel caso in cui i sintomi diventassero più evidenti o protratti nel tempo è sempre necessario rivolgersi al proprio medico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>