Informativa breve sui cookie

L’aumento delle vendite online dei vini pregiati

Comment

Cucina
download (9)

L’Italia si pone in uno scenario di tutto rispetto per quel che concerne la produzione di vini pregiati, tanto che alcune famose etichette sono richieste in tutto il mondo. D’altro canto, questa tradizione vinicola estremamente radicata ha fatto sì che da un lato si sviluppasse una passione generalizzata verso prodotti provenienti da altre grandi cantine europee e dall’altro che anche paesi Oltreoceano (come la Cina), iniziassero a destare interesse verso il mondo del vino. Tutto ciò ha favorito l’avvento della globalizzazione anche nel mercato vinicolo, premendo l’acceleratore anche sull’e-commerce di vini, settore che in Italia non si era ancora radicato ma che negli ultimi anni ha raggiunto delle cifre da capogiro, specialmente verso le bottiglie premium e super premium, bottiglie, cioè che presentano costi superiore, rispettivamente, a dodici e venticinque euro.

 

Infatti, è proprio il vino pregiato ad accapararsi il podio, tanto da rendere alcune bottiglie dei veri e propri pezzi da collezione ambitissimi e molto difficili da ricercare. Ad esempio, il Barolo DOCG Bruno Giacosa Collina Rionda è uno dei vini italiani più costosi, una bottiglia può superare senza problemi il valore di mille euro, così apprezzato per i suoi toni appassati che aprono la degustazione e che ricadono su note di paprika e liquirizia. O ancora, l’Amarone della Valpolicella Monte Lodoletta di Romano dal Forno, una delle massime espressioni della tradizione vitivinicola veneta, diventa quasi un pezzo di arredamento grazie al suo colore rosso rubino intenso. Senza dimenticare l’Harlequin Zymè, specialmente l’annata 2008, derivato dalla fusione di ben 16 vitigni. La cantina ha saputo carpire per ciascuna tipologia i pregi, unendoli a dare un prodotto senza eguali.

 

Insomma, i vini pregiati sono davvero molti e sono un fiore all’occhiello per il mercato italiano. Ma perchè dei prodotti così blasonati ed elitari hanno riscosso un così grande successo sul web? Le ragioni sono molteplici, ma questo spread si deve in primis al ringiovanimento del mercato, che ha visto l’avvento di App per smartphone sulle quali fare acquisti mobile, rendendo accessibile questa modalità anche ai meno esperti.

Un’altra ragione è quella delle distanze; come detto vi sono paesi come la Cina che hanno sperimentato la bontà di questi vini ed è evidente che promuovere un commercio online risulta comodo ed incentiva all’acquisto, non a caso si stanno muovendo dei passi verso un accordo tra alcune cantine italiane e Alibaba, un gigante dell’e-commerce cinese.

Ma anche localmente il fenomeno dell’acquisto online sta raggiungendo cifre significative, in genere ciò è determinato dalla ricerca di prezzi vantaggiosi per etichette già note e per le quali, quindi, non è necessario un assaggio preliminare.

 

In conclusione, anche per un settore così raffinato la vendita online sta facendo del suo, portando alta la bandiera dei vini pregiati italiani in tutto il mondo.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>