Informativa breve sui cookie

La stanchezza estiva, come combatterla

Comment

Curiosità vita da single
La stanchezza estiva, come combatterla
La stanchezza estiva è molto frequente anche nelle persone più giovani. Astenia, sonnolenza e sensazione di affaticamento sono alcuno dei sintomi più evidenti della stanchezza estiva.

Se il problema non si risolve o peggiora è sempre necessario rivolgersi al proprio medico.

La stanchezza estiva, i sintomi e le cause

All’arrivo del caldo si accusa apatia, sonnolenza e stanchezza. Le gambe diventano pesanti, concentrarsi è difficoltoso e svolgere le attività quotidiane rappresenta una vera e propria impresa.
Le cause sono molteplici e dipendono dall’aumento delle ore di luce, dal cambiamento dei riti di vita e da mesi di vita sedentaria. Inoltre, l’affaticamento può essere determinato dall’eccessiva sudorazione che comporta la dispersione di  minerali e dall’abbassamento della pressione sanguigna. Un altro fattore da non trascurare è il sonno che durante la bella stagione può essere alterato dalle alte temperature.

 La stanchezza estiva, lo stile di vita

E’ importante non sottovalutare questa condizione e chiedere il parere del medico se si protrae nel tempo o se è associata ad altri disturbi.
Se si tratta di un fenomeno passeggero si può combattere iniziando a modificare lo stile di vita. Riposare fra le sette e le otto ore per notte aiuta a sentirsi concentrati, attivi e di buon umore.
L’alimentazione deve essere nutriente e ricca di verdura e frutta di stagione. Peperoni, melanzane, zucchine, pesche ed angurie apportano minerali e vitamine ma anche acqua e fibre. Sulla tavola è bene portare pesce, carne, legumi e cereali cucinati in maniera semplice e conditi a crudo con olio extra vergine d’oliva.
Per sentirsi energici è indispensabile assicurarsi i giusti quantitativi di vitamine del gruppo b, di magnesio, di ferro e di potassio. La dieta quotidiana non può prescindere dalla prima colazione che durante l’estate può comprendere frullati, centrifugati o macedonia.
Il movimento, da svolgere sempre dopo aver effettuato una visita medico-sportiva, contribuisce a sentirsi meglio, innalza il tono dell’umore e può contrastare l’insonnia.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>