Informativa breve sui cookie

I vestiti nuovi, perché lavarli prima di indossarli

Comment

Abbigliamento Curiosità vita da single
I vestiti nuovi, perché lavarli prima di indossarli
I vestiti nuovi devono sempre essere lavati prima di essere indossati. Per non incorrere in possibili problemi, è opportuno che i vestiti nuovi vengano risciacquati.

Prima di procedere però è sempre indispensabile leggere attentamente le etichette.

 

I vestiti nuovi, perché lavarli

Prima di essere indossati è opportuno pulire i capi di abbigliamento appena acquistati.
E’ una maniera semplice per non incorrere in possibili allergie o altri problemi di salute.
 Gli indumenti possono, solitamente, vengono provati da moltissime persone. Il contatto di diretto con la cute o con la biancheria intima può trasformare i vestiti in ricettacoli di germi e batteri.
Bisogna poi pensare che il vestiario, spesso, viene realizzato in luoghi lontani, compie lunghissimi viaggi per poi venir stoccato nei magazzini. E’ facile che si sporchi o che entri in contatto con materiali inquinanti.
Inoltre, l’abbigliamento viene trattato, durante le varie fasi di preparazione, con sostanze chimiche. Il lavaggio oltre ad eliminare eventuali residui di colore è utile per ridurre la presenza di questi prodotti che possono causare reazioni allergiche.
Quando si provano costumi da bagno oppure biancheria personale bisogna sempre tenere indosso i proprio indumenti intimi.
Il consiglio di risciacquare i capi appena acquistati riguarda anche i pigiami, berretti, sciarpe e le lenzuola.

I vestiti nuovi, come lavarli

Il primo suggerimento da non trascurare è leggere attentamente le etichette per verificare se debbano, o meno, essere trattati in tintoria.
Alcuni capi devono essere lavati separatamente perché stingono altri non possono essere centrifugati o stirati.
Se si opta per la lavatrice è opportuno impostare un programma delicato mentre a mano è meglio che l’acqua sia tiepida ed il detersivo delicato. Dopo aver sciacquato abbondantemente si dovrà mettere ad asciugare, al riparo dalla luce solare. Per eliminare eventuali odori sgradevoli  o se non si ha l’ammorbidente si può aggiungere un piccola quantità di aceto di vino bianco.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>