Informativa breve sui cookie

La festa della donna, la storia e come festeggiare l’8 marzo

Comment

Curiosità varie
La festa della donna, la storia e come festeggiare l’8 marzo
La festa della donna è stata istituita agli inizi del XX secolo. Gli scopi della festa della donna sono riflettere sulla condizione femminile per arrivare alla parità di genere.

Il fiore simbolo dell’8 marzo è la profumata mimosa che sboccia agli inizi della primavera.

La festa della donna, la storia

La festa internazionale delle donne viene istituita nel 1909 per decisione del partito socialista americano. Nel 1910 è il congresso internazionale socialista a fissare una giornata dedicata alle donne. La data dell’ 8 marzo è un omaggio alle manifestazioni avvenute in Russia nel corso del 1917. Festeggiata in tutto il mondo,è una ricorrenza che sottolinea il ruolo delle donne nella società.
Le mimose, simbolo principale della festa, sono state scelte nel 1947 dalle rappresentanti dell’Unione Donne italiane. Ecco perché l’8 marzo è consuetudine donare a tutte le donne un mazzetto di profumate mimose.

La festa della donna, come festeggiare

In occasione dell’8 marzo si può organizzare una gita fuori porta o un pranzo fra amiche.
La giornata si può trascorrere facendo attività all’aria aperta, prendendosi cura di sé, per esempio in un spa, oppure visitando un monumento.
Invece, gli uomini che vogliono sorprendere la loro donna potranno pensare ad una cena a lume di candela o ad un fine settimana lontani da casa.
Per la festa della donna si può donare un mazzo di mimose accompagnato da un biglietto di auguri o da un piccolo dono. Potreste pensare ad un libro, un dvd da vedere insieme o un corso di ballo ma anche ad un gioiello.
In tutta Italia per l’8 marzo si svolgono eventi vari come mostre, manifestazioni e cene a tema.
A Milano sabato 7 marzo è prevista una speciale visita guidata al duomo. L’argomento riguarda tutte le donne che hanno avuto a che fare con il duomo e con la sua costruzione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>