Informativa breve sui cookie

UOMINI SOLI » Blog Archives

Author Archives: Hamlet

COME SCEGLIERE GLI ANFIBI MILITARI

Gli anfibi militari sono di gran moda ultimamente, ma oltre al lato estetico sono un tipo di calzatura molto pratico e funzionale. Insomma, piacciono sia agli amanti del fashion sia a chi cerca degli evergreen senza fronzoli e che facciano il loro dovere, badando a qualità e durata nel tempo. Se siete alla ricerca di anfibi di buona fattura, www.manhattan-militaryshop.com potrebbe fare al caso vostro.

Storie di guerra

Tra le calzature che fanno impazzire gli amanti del mondo della moda oggi possiamo sicuramente includere anche gli anfibi militari, che vengono fatti anche in colori diversi dal nero e proposti in vari tipi di outfitanche di correnti stilistiche molto diverse tra loro. E non dimentichiamoci che sono tra quei capi d’abbigliamento unisex, cosa ancora piuttosto rara.

Eppure queste calzature nascono come abbigliamento militare, usati dai soldati che dovevano spostarsi su terre e suoli estremi e impraticabili. Chi lo avrebbe mai detto che la loro fattura e resistenza avrebbe consentito loro di trovare vita anche fuori dall’esercito, nella moda e tra chi ama andare a fare passeggiate nei boschi, o semplicemente cerca una scarpa calda e comoda?

Attenta ricerca

Tuttavia non bisogna pensare che uno valga l’altro. È necessario cercare attentamente prima di acquistare, per evitare di trovarsi con un prodotto che non risponda a pieno al concetto di resistente né a quello di pratico. E saper distinguere bene gli anfibi militari invernali da quelli estivi, una differenza che esiste ed è molto importante.

In particolare, meglio procedere secondo questi criteri:

  • Informarsi sui materiali. Per fabbricare degli anfibi militari possono essere usati diverse risorse primarie, le più diffuse delle quali sono la pelle e il gore-tex. La prima è quello più tradizionale, che dona comodità in quanto si adatta perfettamente al nostro corpo ed è resistente nel tempo – anche se richiede una manutenzione piuttosto frequente, e prodotti che la rendano resistente all’acqua.

Il gore-texha dalla sua di nascere impermeabile, e di essere molto resistente e leggero ma essendo un materiale sintetico non fa respirare il nostro corpo (esattamente come l’acrilico o altri tessuti sintetici negli abiti).

  • Tipologia. Non pensiate che tutti gli anfibi militari siano uguali. In particolare, ne esistono di tre varianti: Deserto (derivati dalle missioni del deserto, colorazione marrone chiara e robusti ma leggeri per poter essere trasportati senza fatica); Giungla o jungle (dalla suola alta per una migliore aderenza in qualunque terreno. Colore mimetico); e infine Parata (quelli più eleganti e famosi, in pelle nera e più adatti come scarpe da lavoro o città utili in caso di pioggia o altri fenomeni).
  • Naturalmente il numero della scarpa deve essere quello che vi calza al meglio. Tendono a vestire tanto, per cui cercate fino a un numero in più rispetto a quanto siete abituati. Spesso li dovrete usare con calze pesanti e spesse, per cui se vi è un po’ largo è normale.
  • Suola ben fatta, comfort assicurato. La suola degli anfibi militari deve essere ben aderente col terreno. Di solito sono in gomma, ma ad alcune viene aggiunto il carbonio, noto per essere molto resistente. Se resistono a influssi di sostanze chimiche e industriali e non vi fanno scivolare in zone di poca aderenza, avrete davanti a voi suole di ottima fattura.
  • Prezzo. Infine dovete stare molto attenti al prezzo, il quale naturalmente varia anche in base al brand che lo produce. In questo caso, buoni materiali si pagano per cui se pensate di poter risparmiare nella scelta dei vostri anfibi militari, non pensate però di comprare dei prodotti che soddisfino tutte le caratteristiche finora dette. Sta a voi, ma in questi casi – vista la loro vocazione di resistenza e durata – conviene spendere un po’ di più, di modo che non siate costretti a cambiare anfibi militari ogni anno.
Published by:

Modello 730: dimenticato qualcosa? Ecco come fare

download (33)

Anche quest’anno il 730 è andato, possiamo spuntarlo dalla liste delle nostre adempienze burocratiche dopo aver consegnato il modello perfettamente compilato. Poi, all’improvviso, saltano fuori dalla cassettiera di fianco al letto i soliti documenti che abbiamo dimenticato di inserire, oppure si sta lì a riguardare che tutti i dati siano stati inseriti correttamente e ci si accorge di aver commesso qualche errore.

Ecco, calendario alla mano, il 23 luglio è passato da un pezzo ed era quella la data ultima per la consegna dei 730, cosa si può fare ora? C’è ancora tempo per rimediare?

Continue reading

Published by:

Formazione specialistica e prospettive occupazionali: il punto sul mercato del lavoro italiano e sul settore gestione risorse umane

 

Studio e formazione continua si confermano le armi vincenti per trovare la propria collocazione in un mercato del lavoro ancora lontano da una vera ripresa e, soprattutto, per porre le basi di una carriera professionale ricca di soddisfazioni.
Se le più recenti rilevazioni confermano che ancora oggi il titolo di dottore triennale o magistrale continua a pagare in termini occupazionali, la vera novità riguarda l’offerta di ottimo valore ideata dalle Business School, gli enti di formazione specialistica divenuti ormai punto di congiunzione tra università e mondo del lavoro.

Continue reading

Published by:

Come togliere l’umidità in casa

La troppa umidità, non solo può avere ripercussioni sulla struttura degli edifici ma può anche provocare eventuali problemi a livello di salute: ecco che nel post di oggi per questo vi proponiamo qualche utile consiglio su come combatterla nel miglior modo possibile in maniera facile e naturale senza affidarvi chissà a che cosa.

Continue reading

Published by:

Sigarette elettroniche, fanno male?

Immancabili le riflessioni, i giudizi e i pensieri a cui si sottopongono e vengono sottoposti, a loro volta, i fumatori. Una categoria di persone molto spesso tartassata per la loro dipendenza da tabacco quotidiana divenuta, almeno per taluni, insostenibile sia in termini di salute che prettamente economici. La forza di volontà non manca in coloro che decidono di dire basta, ma alla fine non ci riescono e ripiegano così nella sigaretta elettronica. Uno strumento alternativo alla normale sigaretta da tabacco che, stando a quanto si dice, pare faccia meno male sotto ogni punto di vista.

Continue reading

Published by:

Scommettere sulla Serie B: consigli per principianti e spunti per giocate vincenti

Dalla schedina giocata nella pausa pranzo alle puntate messe a segno via app, con qualche tocco sullo schermo dello smartphone: gli strumenti si sono evoluti in modo straordinario, ma l’emozione delle scommesse sui match del campionato di calcio rimane sempre la stessa.

 

L’accesa competizione tra i tanti operatori oggi presenti online ha arricchito il panorama del betting sportivo con un ricchissimo ventaglio di formule di gioco, che non riguardano più solo la Serie A o i grandi eventi internazionali, ma anche i tornei “minori”, come la serie cadetta.

Continue reading

Published by: