Informativa breve sui cookie

UOMINI SOLI » Blog Archives

Author Archives: Hamlet

Escursioni in MTB. Aumentano i percorsi e le vacanze per gli amanti dell’outdoor

 

Numerosi studi rivelano che pedalare riduce lo stress e ha un impatto considerevolmente positivo sul nostro benessere psico-fisico. Sembrerebbe di capire che pedalare renda più felici e allora viene da chiedersi se è questo il motivo per cui oggi, un numero sempre più consistente di persone sceglie la bicicletta come sport, come mezzo per spostarsi e come hobby per il proprio tempo libero.

Continue reading

Published by:

App e siti dating, tornano gli appuntamenti al buio!

Nel mondo del dating è tornato in voga l’appuntamento anonimo e rigorosamente al buio, ovverosia quello che viene recapitato senza alcune firma. Il merito al riguardo è da attribuire a Sarahah, la nota app che è esplosa proprio nel 2017 e che di conseguenza, per crescita del numero di utenti, è salita alla ribalta delle cronache. Riguardo ai siti Internet di dating come a questo link (http://www.myanpo.net/), ed alle app sulla ricerca dell’anima gemella e sull’affinità di coppia, Sarahah in teoria è un’applicazione che è finalizzata a dare giudizi anonimi ma onesti sulle persone. Ad esempio, vuoi chiedere al tuo capo di essere meno vessatorio?

Con Sarahah lo si può fare in pieno anonimato, ma a quanto pare tra i milioni di messaggi che circolano con l’app molti sono delle vere e proprie richieste di appuntamento. Per l’uso del dating nel sociale moderno, quindi, sembra proprio che si sia tornati parecchio indietro nel tempo quando sui banchi di scuola circolavano, su pezzi di carta appallottolati, le richieste anonime per uscire insieme, solo che stavolta avviene tutto in digitale.

Dai dati sull’app Sarahah emerge, nonostante i rischi non solo di cyberbullismo, ma anche di pornografia verbale, che molti utenti over 30 inviano messaggi che non sono altro che delle richieste anonime di appuntamento. Sono in pratica tanti adulti che chiedono ad altri adulti di uscire, e che nello stesso tempo non sono pronti a svelare la loro identità inviando ad esempio la stessa richiesta attraverso social network come Facebook o Twitter, oppure utilizzando altre app come WhatsApp o Snapchat.

Non si sa, pur tuttavia, quale sia l’esito di questi messaggi anonimi per appuntamenti su Sarahah, ma in ogni caso le app ed i siti Internet di dating il loro ruolo lo svolgono molto bene, ovverosia quello di richiesta di un primo approccio. Per il secondo passo, che è quello relativo all’appuntamento vero e proprio, tutto resta ancora molto complicato in quanto al posto della tecnologia conta su tutto l’interazione e l’empatia che si può instaurare nel mondo virtuale tra le persone.

Published by:

Ricostruzione dentale con la realtà aumentata, nuova frontiera per le protesi

Presto in tutti gli studi dei dentisti l’operazione di scansione della cavità orale potrebbe essere effettuata in 3D e, sfruttando la realtà aumentata, ogni paziente potrà tra l’altro avere una nuova dentatura personalizzata. A trovare la soluzione ideale e più efficace per la ricostruzione dentale, operazione dalla quale poi i pazienti non possono più tornare indietro, è stata una startup svizzera che, in accordo con quanto è stato riportato dal sito breakingtech.it, è una succursale della Swiss Technical University ETH Zurich.

Il progetto per la realtà aumentata a disposizione in futuro per i dentisti, con i migliori che si possono trovare con un clicca qui (www.menvago.net),si chiama Kapanus e permette tra l’altro al paziente, come sopra accennato, di andare a scegliere le forme della nuova dentatura anche in base al proprio gusto estetico. La ricostruzione dentale con la realtà aumentata potrà garantire dentature perfette senza il rischio, in mancanza dell’adozione di tecnologie evolute, di non sapere spesso a priori quale potrà essere il risultato.

A mappare il volto ed i denti dei pazienti sarà infatti lo scanner in realtà aumentata. Dopodiché basterà salvare il modello ottenuto al fine poi di inviarlo nei laboratori specializzati nella realizzazione di protesi dentarie. Per la prima volta il progetto Kapanus è stato presentato nei mesi scorsi, in concomitanza con il Dental Show di Colonia che si è tenuto dal 21 al 25 marzo del 2017 con espositori provenienti da 59 Paesi del mondo.

Tanti investitori sono rimasti attratti dal progetto e non a caso nello scorso mese di giugno, tramite acquisizione, Kapanus è entrato a far parte della Ivoclar Vivadent, una società che, fondata nel 1923, ha il suo quartier generale a Schaan, il comune più popoloso del principato del Liechtenstein.

Il progetto Kapanus dimostra a conti fatti non solo l’importanza che ha e che potrà avere la realtà aumentata, ma anche come questa giorno dopo giorno sia utile in tanti campi, per tante finalità e per molte applicazioni che sono finalizzate a migliorare la salute e le condizioni di vita.

Published by:

Sigarette elettroniche: una piccola guida alla scelta ed all’uso di questi dispositivi

Fra le principali motivazioni che spingono il fumatore classico a provare l’approccio con le sigarette elettroniche c’è sicuramente l’intento (almeno sulla carta) di provare a smettere di fumare. A tale scopo diventa importante la scelta del liquido. Il “sapore” del vapore infatti è determinato dall’aroma del liquido, ed in tal senso la scelta è davvero ampia. Alcuni aromi poi sono sviluppati appositamente per fungere da trattamento per smettere di fumare.

Fondamentalmente sono due le macrocategorie in cui si dividono i gusti degli aromi per le sigarette elettroniche: i gusti derivati del tabacco e quelli di varia estrazione come ad esempio a frutta.

Naturalmente, i fumatori tradizionali che si apprestano al cambio approcciano quasi sempre verso la prima tipologia, che è quella che più si avvicina alla sigaretta tradizionale.

Il gusto del tabacco offerto dalle sigarette elettroniche viene percepito maggiormente rispetto alle sigarette classiche in quanto viene inspirato come assoluto senza l’aroma della carta che viene bruciata nella sigaretta tradizionale. Altra variabile da tenere in considerazione è presenza di nicotina che consente al dispotivivo elettronico di emulare la sigaretta classica da extra-light fino alla versione “full”. Man mano che ci si abitua alla sigaretta elettronica si può gradualmente passare poi a provare gusti diversi dal tabacco.

Ma come si compone una sigaretta elettronica? Ebbene partendo dall’estremità più in alto, quella verso la bocca, troviamo il boccaglio, che è a tutti gli effetti la parte che entra in contatto con le labbra e dove si inspira il vapore. Subito dopo viene il serbatoio, quello che fisicamente contiene il liquido da trasformare in vapore: ne esistono di varie dimensioni e materiali. Dopo il serbatoio si trova la resistenza elettrica che è il vero cuore di tutto il sistema, quella che materialmente trasforma il liquido nel vapore che verrà inspirato dall’utente. Alla fine, all’altra estremità del dispositivo, si trova la batteria ed anche questa può variare di sigaretta in sigaretta.

Su internet proliferano ormai diversi siti ed e-commerce dove è possibile acquistare kit completi o anche solo gli aromi per i liquidi. Fra questi si segnala SvapoCafè, una realtà che è riuscita a ritagliarsi una buona fetta di mercato sul territorio nazionale.

Published by:

Rasatura tradizionale della barba: un’occasione per ritrovare il proprio corpo!

Una rasatura tradizionale “bagnata” è un’ottima occasione per scollegarsi dai moderni stili di vita dove tutto è digitale e veloce riconnettersi con il proprio corpo padroneggiando abilità manuali e prendosi un momento per la popria cura e soddisfazione. Ecco quindi una breve guida che servirà da punto di partenza per coloro che sono interessati a conoscere meglio i metodi tradizionali di rasatura.

Materiale occorrente:

Rasoio (il classico lungo apribile come da barbiere o versione sicura come le classiche lamette)
Pennello da barba
Asciugamani da lavandino morbidi e puliti e lavandini
Acqua calda
Sapone da barba
Olio pre-rasatura
Dopobarba

I passaggi da esegure per una corretta rasatura:

- Applicare l’olio pre-rasatura per ammorbidire la barba, idratare e proteggere la pelle.

- Applicare un asciugamano inumidito in acqua calda per aprire i pori ed ammorbidire la barba, rendendo i peli più facili da radere e aiutando a ridurre al minimo le abrasioni da rasoio.

- Una lama nitida e pulita è assolutamente indispensabile per ottenere una confortevole rasatura! Cambiare spesso le lame nel rasoio e pulirla a fondo prima e dopo ogni rasatura.

- Insaponare abbondandemente. Utilizzando un pennello da rasatura (preferibili quelli con setole più più morbide) ed il sapone da barba, aggiungere l’acqua e mescolare il pennello nel sapone finché non si ottiene una schiuma voluminosa, che va poi applicata sulla barba.

- Primo passaggio: dirigere la rasatura nella stessa direzione della crescita dei peli della barba (in gergo chiamata “pelo”). Mantenere una pressione leggera ed un angolo adeguato per ridurre al minimo l’irritazione. Non bisogna preoccuparsi di riuscire a radere tutti i peli al primo passaggio, ma bisogna passare solo deve c’è schiuma fresca; al secondo passaggio si avrà poi l’opportunità di ripulire i peli più ostici al prossimo passaggio.

- Sciacquare per bene e riutilizzare il pennello da barba per una seconda insaponatura.

- Secondo passaggio. Rasare in direzione contraria alla crescita dei peli (operazione denominata “contropelo”), tirando la pelle con la mano libera e affrontando tutte le aree difficili rimaste dopo primo passaggio. Prendersi tutto il tempo necessario per portare a termine l’operazione.

- Sciacquare e asciugare con un morbido asciugamano asciutto.

- Applicare il dopobarba. La rasatura ha rimosso lo strato superiore della pelle, esponendolo agli elementi che portano al rischio di infezioni. Il dopobarba è un importante passo ultimo in quanto contiene antisettici ed antistringenti per disinfettare i pori, pulire e rinfrescare la pelle.

Published by:

Quando rispondere ai messaggi di una nuova conoscenza?

 

Estate: tempo di sole, mare, divertimento, vacanze e di nuovi amori in vista…

L’estate, si sa, non è una stagione ma uno stato d’animo e tante sono le occasioni per conoscere persone nuove e magari innamorarsi..

Tutti gli elementi citati all’inizio di questo articolo contribuiscono, sicuramente, a favorire l’inizio di una relazione ma in questo un grande complice è anche la tecnologia.

Continue reading

Published by: