Informativa breve sui cookie

Un ottimo caffè? Ecco come fare una tazzina memorabile con la moka

1 Reply

Cucina

Il caffè è una bevanda molto apprezzata e ricca di storia. La leggenda narra di un pastore che si occupava delle capre di un monastero ed iniziò a notare che alcune bacche, rendevano le capre più vivaci. Decise allora di portare le bacche ai monaci, i quali le buttarono dentro un camino, dal quale fuoriuscì presto un profumo molto gradevole.

Da quel momento, le bacche del caffè sono state impiegate per realizzare una bevanda saporita ma anche con numerose virtù.

Il caffè contiene una buona percentuale di antiossidanti e di sali minerali. Inoltre, secondo quanto scoperto da alcuni ricercatori americani, riduce il rischio di ammalarsi di tumore all’intestino; in particolare quello che riguarda le prime parti del colon. Bastano due tazzine al giorno per tenere lontano il rischio di sviluppare malattie a carico dell’apparto cardiocircolatorio, ictus e patologie respiratorie.

Riuscire a preparare un buon caffè con la moka è alla portata di tutti. Per riuscire a godere di questa vera delizia, è necessario acquistare un’ottima miscela; è anche possibile acquistare il caffè in grani e macinarlo a casa, oppure acquistarlo appena macinato.

Dopo aver aperto la confezione, trasferiamo il caffè in un barattolo con chiusura ermetica e teniamolo in frigorifero.

Un elemento fondamentale per la riuscita del caffè,è l’acqua; questa non deve essere calda e soprattutto non dovrebbe essere troppo ricca di calcare. La giusta quantità di acqua non dovrebbe superare la valvola di sicurezza. Dopo aver sistemato i filtro, dosiamo il caffè senza pressarlo e mettendone in abbondanza; deve risultare un piccolo cocuzzolo.

Ora montiamo il bricco, stringendo bene; la caffettiera va posta sul gas, che deve essere basso; ricordiamoci di spostare la moka dal gas, appena il caffè è pronto. Se viene fatto bollire, diventa imbevibile inoltre, se la moka rimane troppo a lungo sul gas, potrebbe rovinarsi. Prima di servirlo, mescoliamolo con un cucchiaino e assaporiamolo caldo e appena fatto.

La moka, non deve essere lavata col sapone; basta utilizzare dell’acqua corrente ricordandoci di pulire con cura il filtro. Prima di riporla, facciamola asciugare per bene.

Se abbiamo appena acquistato la macchinetta, dobbiamo fare due o tre caffè prima di poterla utilizzare; ripetiamo il procedimento appena imparato e buttiamo via il caffè. Dopo la terza volta, possiamo già iniziare ad assaporare la nostra deliziosa bevanda, realizzata con la nuova moka. I caffè più buoni sono quelli preparati con macchinette molto utilizzate, quindi se ci capitasse di dover preparare il caffè con una macchinetta che non usiamo da tempo, è meglio fare uno o due caffè di prova. periodicamente, bisognerebbe smontare la macchinetta e procedere a lavarla con attenzione, in modo da rimuovere eventuali residui ma anche possibili muffe. Smontiamo con cautela il filtro e la guarnizione e laviamo con acqua e l’ausilio di una spugnetta ruvida; l’importante è non impiegare detersivi, nè tantomeno disinfettanti o prodotti per il calcare. Sciacquiamo con cura, asciughiamo e rimontiamo la moka che ora è nuovamente pronta per preparare un ottimo caffè.

1 comment

  1. Pingback: Camera da letto sempre in ordine? Ecco qualche consiglio | UOMINI SOLI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>