Informativa breve sui cookie

Rammendare i calzini Ecco come fare

Comment

vita da single
Rammendare i calzini Ecco come fare

Calzini da rammendare, che passione!Capita che i calzini si buchino, soprattutto perché si è scelta una misura troppo piccola rispetto al piede, o dipende dal tessuto della calza oppure  dalla scarpa che siamo soliti indossare. Capita anche che dopo un paio di lavaggi il tessuto cede e il calzino sembrerebbe da buttare. Così non è.

Basta poco per recuperare un calzino: impariamo a rammendarlo, risparmieremo qualche euro, e soprattutto l’incombenza di trovare il tempo di andarne a comprare un altro paio. Basta poco a rammendare un calzino, e crede è una cosa che possono fare facilmente anche gli uomini, l’importante è agire subito, appena ci si accorge del buchetto.

Ci occorrono ago e filo, del colore che più si avvicina al calzino, e possibilmente un uovo di legno,reperibile in qualsiasi merceria o supermercato.Se non lo volete comprare basta un uovo sodo, l’importante che ci aiuti a tenere il calzino da rammendare, ben teso.

Inseriamo l’uovo nel calzino che avremo girato alla rovescia.  Mettiamo il filo nella cruna e facciamo a capo del filo un piccolo nodo. Potete anche utilizzare il filo doppio. Appuntiamo  a un’estremità della zona da rammendare. Quindi passiamo l’ago a pochi millimetri dall’estremità, sotto la stoffa, tiriamo bene il filo. Ripassiamo il filo un’altra volta, dal lato opposto. Facciamo attenzione a prendere poca stoffa. Continuiamo così, spostandoci, man mano di un pochino, fino a cucire tutto il buco. Una volta che avete finito, rinfrancate ripassando un paio di volte il filo tra i fili della cucitura.

Ecco fatto, il calzino è pronto e con un po’ di esperienza nessuno si accorgerà del rammendo.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>