Informativa breve sui cookie

Uomo Come e quando indossare l’abito con camicia e cravatta

Comment

Abbigliamento
Uomo Come e quando indossare l’abito con camicia e cravatta

L’eleganza maschile è da sempre rappresentato dall’abito con camicia e cravatta. L’uomo che indossa un abito lo deve portare con naturalezza, sentendoselo addosso, ricordando sempre che la vera eleganza è quella che passa inosservata. Meglio passare inosservati che scadere nella troppa appariscenza.


Ai giorni nostri è la moda a dettare il gusto, ma spesso i capi che impone non possono essere indossati da tutti e soprattutto non in tutte le occasioni. La moda ha delle regole anche se nel tempo sono cambiate ed oggi sembra che siano svanite e con esse anche lo stile.
L’abbigliamento maschile è  spesso vario e creativo. Un uomo sobrio e classico potrebbe puntare sulla ricercatezza dei particolari; una personalità eccentrica cercherà di stupire con abiti particolari; un uomo sicuro avrà un abbigliamento molto personalizzato.


La domanda a cui vogliamo rispondere è: quando usare un abbigliamento formale, cioè abito, camicia e cravatta?La sera e nelle occasioni importanti ci sono ancora delle regole tendenziali.

Per occasione formale intendiamo l’insieme di tutte quelle situazioni in cui è richiesto un certo grado di eleganza. Riunioni, cene fuori, incontri importanti, colloqui di lavoro, per questi momenti occorre innanzitutto riuscire ad essere naturali. A questo proposito ricordate di non indossare mai un abito completamente nuovo, cercate di utilizzarlo almeno una volta, non rischierete di essere impacciati e di apparire ingessati.

Il completo è l’abito consigliato, e può essere scelto di qualsiasi colore anche se sono da preferire tonalità più scure.
La giacca deve essere a monopetto, a due o tre bottoni, e va lasciato slacciato il bottone in basso. Affidatevi comunque alla sobrietà e alla ricercatezza e non avrete nessun problema. Gradita è la cravatta.

Cosa indossare ad un matrimonio o ad un’importante serata di gala? Scegliete un doppio petto, meglio se abbinato ad un gilet, per una maggiore eleganza. Per quanto riguarda il colore, potete scegliere quello che più vi aggrada, ricordando che i colori scuri aiutano ad ottenere un effetto più elegante.

La cravatta è d’obbligo ed essa è forse l’elemento più creativo dell’abbigliamento maschile, quello in cui si esprime meglio la personalità. Sarebbero da preferire disegni piuttosto piccoli, di fare un bel nodo, che copra bene l’allacciatura del colletto. I due lembi della cravatta dovrebbero essere, una volta fatto il nodo, della stessa lunghezza, appena sopra la cintura.

Curate anche la scelta delle calze che dovranno essere lunghe fino al ginocchio e di colore scuro e comunque in tono con l’abito, e le scarpe, lucide e ben curate. Il fazzoletto da taschino si può usare solo il pomeriggio e sarà bianco per le occasioni eleganti e colorato (ma mai uguale alla cravatta) per quelle informali. Se vuoi essere elegante e distinguerti per raffinatezza, anziché la pochette nel taschino, metti un fiore all’occhiello del rever sinistro della giacca. Si tratta di un tocco di vera classe senza tempo.

L‘abito spezzato rappresenta una questione controversa per l’abbigliamento maschile. Molti sostengono che sia assolutamente inadatto alle circostanze formali, ma molti uomini lo indossano con un’ottima riuscita.

In conclusione, qualsiasi sia l’occasione non bisogna mai commettere l’errore di sbagliare gli abbinamenti. Un capo discreto può diventare bellissimo se ben accompagnato, mentre un indumento di classe può perdere il proprio valore se lo si indossa con altri capi inadatti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>