Informativa breve sui cookie

Andare a lavoro a piedi riduce lo stress

Comment

Curiosità
images (1)

Per ridurre lo stress e vivere meglio? Per andare a lavoro non bisogna prendere l’auto.

Uno studio, pubblicato sulla rivista scientifica “Preventive medicine” e condotto dall’University of Est Anglia e dall’University of York, ha dimostrato che chi preferisce i mezzi pubblici, ma anche la biciletta o il camminare, è meno soggetto a stress, produce di più e sta meglio.

I mezzi pubblici,come il treno o il pullman, sono uno strumento comodo, grazie al quale è possibile avere del tempo a disposizione per pensare, leggere o chiacchierare. Inoltre, scegliere i mezzi pubblici aiuta a fare più movimento perché da una fermata all’altra o per raggiungere il posto di lavoro si cammina ed il movimento fisico aiuta la produzione di endorfine.


Se il posto di lavoro non è eccessivamente distante dalla propria abitazione è consigliabile andare a piedi o in bicicletta, queste due opzioni tengono lontano lo stress e gli stati ansiosi a favore di una forma fisica e mentale migliore. Fare movimento, anche di prima mattina, non soltanto contribuisce a tenere sotto controllo il peso corporeo ma influisce positivamente sull’umore, sulla tonicità delle fasce muscolari. Non bisogna mai dimenticare che praticare un’attività fisica aiuta ad essere più sereni, favorisce la concentrazione e tiene lontane diverse patologie, anche gravi.

I ricercatori britannici , che hanno condotto uno studio lungo diciotto anni, hanno sottolineato che maggiore è la distanza percorsa a piedi o in bicicletta fra il luogo di lavoro e la casa è più alto è il senso di benessere sviluppato. Il consiglio è quindi quello di lasciare a casa la propria vettura e scegliere i mezzi alternativi, compresi autobus, treni e metropolitane.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>