Informativa breve sui cookie

La sedentarietà, i pericoli e come combatterla

Comment

corpo Curiosità
La sedentarietà, i pericoli e come combatterla
La sedentarietà favorisce l’insorgenza di numerose patologie. Molto diffusa anche fra noi italiani, la sedentarietà peggiore la qualità della vita.

Riuscire a combatterla e ritrovare il gusto di fare movimento è possibile.

La sedentarietà, i pericoli

Muoversi troppo poco può essere dannoso per corpo e mente. L’inattività favorisce lo sviluppo di malattie cardiovascolari, scheletriche e muscolari. Può essere responsabile non soltanto del sovrappeso ma anche del diabete. Condurre una vita sedentaria fa innalzare i valori nel sangue di colesterolo cattivo che, alla lunga, può arrecare gravi danni alle arterie.
 Gli effetti della sedentarietà si riscontrano anche sull’umore e sul benessere psicologico. Fare attività fisica influisce la produzione di endorfine note come l’ormone del buonumore. Dopo aver svolto del movimento ci si sente più rilassati, sereni e con le idee più chiare.

La sedentarietà, come combatterla

Si può contrastare questa cattiva abitudine con un pizzico di volontà. Prima di inziare a svolgere attività fisica è sempre necessario sottoporsi ad una visita medico-sportiva. Bisogna iniziare a fare movimento gradualmente, senza esagerare. Ogni mattina, appena alzati, è possibile fare una serie di piegamenti sulle gambe o degli esercizi per braccia e collo. Il fine settimana può essere il momento ideale per trascorrere del tempo all’aria aperta e fare movimento.
Per le piccole commissioni è bene abituarsi ad usare la bicicletta anziché la macchina così come all’ascensore si possono preferire le scale. Durante la pausa pranzo si può fare una piccola camminata o dei movimenti per riattivare la circolazione. Da seduti, anche mentre si guida, si possono contrarre gli addominali ed assicurarsi di tenere la schiena ben dritta.
Se non è possibile iscriversi in piscina o in palestra si può imparare a ballare oppure seguire delle lezioni online di pilates o di zumba. Inoltre, è possibile svolgere brevi sessioni di cyclette o di pesi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>