Informativa breve sui cookie

La festa internazionale della donna, la storia

Comment

Curiosità vita da single
La festa internazionale della donna, la storia
La festa internazionale della donna è l’8 marzo. Il simbolo della festa internazionale della donna è la mimosa, un fiore di stagione dal colore vivace.
La ricorrenza nasce con l’intento di sottolineare i diritti ed il ruolo femminile nella società.

La festa internazionale della donna, la storia

La festa internazionale della donna è l’8 marzo. Le origini della ricorrenza risalgono al 1909 negli Usa. Il partito socialista decise di dedicare un giorno a tutte le donne. Nel 1921 si stabilisce che la ricorrenza avrà luogo l’8 marzo.
A deciderlo è l’Internazionale socialista. L’8 marzo è una data simbolica che ricorda la manifestazione russa del 1917 contro il regime dello zar. Invece, altre teorie suggeriscono che si sia preferito l’8 marzo in ricordo di un grave incidente sul lavoro avvenuto agli inizi del XX secolo. In una fabbrica, negli Usa, morirono numerose donne.
La festa internazionale delle donne ha l’obiettivo di sottolineare e riflettere sul ruolo femminile nella società. Inoltre, la ricorrenza permette di discutere sulle difficoltà per le donne di imporsi nel mondo del lavoro e sulla disparità di trattamento economico.

8 marzo, la mimosa

La mimosa è il simbolo della festa della donna a partire dal 1946. La scelta di questo fiore si deve all’Udi, Unione donne italiane. Fra i motivi che hanno portato a scegliere la mimosa vi è il fatto che fiorisce proprio agli inizi di marzo. E’ molto diffusa e ha un costo contenuto. Inoltre, il suo giallo intenso simboleggia il coraggio e la forza.
In occasione dell’8 marzo si svolgono eventi, concerti e manifestazioni. Quest’anno, l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 impedisce che si svolgono i festeggiamenti tradizionali. Per la festa della donna è consuetudine scambiarsi delle frasi d’auguri e dei piccoli doni. Oltre ai mazzetti di mimosa si possono regalare libri, dvd, gioielli ed altri accessori personali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>