Informativa breve sui cookie

Spesa d’autunno Tanti colori e nuovi sapori

Comment

Cucina vita da single
La spesa d’autunno è ricca di colori e profumi. Radicchio, funghi ed uva sono soltanto alcuni degli alimenti che colorano le tavole di questo periodo.

Scegliere frutta e verdura di stagione fa risparmiare e fa bene all’ambiente.

La spesa d’autunno

Finita l’estate tornano tanti alimenti come i finocchi, il radicchio e le crucifere. Sulle nostre tavole tornano il radicchio e le verdure a foglie verde come le bietole.
In questa stagione si trovano anche i funghi spontanei che si raccolgono subito dopo le prime piogge.
I primi freddi danno rima anche con zucche. Butternut, delica o violino le varietà sono moltissime e tutte squisite. Le zucche si possono usare per vellutate e creme, per preparare degli gnocchi o per una morbida torta.  Da assaggiare anche i topinambur, noti anche come carciofo di Gerusalemme o rapa tedesca, che riducono l’assorbimento di zuccheri e grassi. Possono anche essere gustati crudi, dopo esser stati lavati e mondati.
Rispettare la stagionalità è sempre una buona scelta perché, oltre a far risparmiare, permette di consumare cibi più ricchi di proprietà e di sapore. Inoltre, si preserva l’equilibrio ambientale.

La frutta

La frutta autunnale comprende l’uva, i fichi e le ultime pesche.
In commercio si trovano anche i colorati fichi d’India, ricchi di fibre e di minerali. Per fare il pieno di antiossidanti e rinforzare le difese immunitarie non si può rinunciare alle melagrane. Oltre che al naturale, dalla melagrana si ottiene un succo salutare e buonissimo.
Fra i prodotti deliziosi della stagione fredda ci sono le giuggiole, protagoniste del celebre liquore noto come brodo di giuggiole.
E’ poi il periodo delle mele cotogne, perfette per le confetture ma buonissime anche bollite e dolcificate con del miele.
Quando cadono le foglie si raccolgono le castagne. Si tratta di frutti versatili che si possono usare per ricette dolci e salate. Le castagne contengono potassio, zinco, ferro, vitamine del gruppo B, vitamina A e vitamina K.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.